12 – 14 FEBBRAIO 2022 San Valentino a ROMA

12 – 14 FEBBRAIO 2022 San Valentino a ROMA

12 – 14 FEBBRAIO 2022

 San Valentino a ROMA

Sabato 12 febbraio: Lugo – Roma

Ore 6.30 partenza da Lugo – parcheggio Penny Market – in pullman G.T. in direzione ROMA. Soste e pranzo libero lungo il percorso. Arrivo a Roma nel primo pomeriggio. Ingresso e visita guidata ai MUSEI VATICANI e CAPPELLA SISTINA. I Musei Vaticani sono stati fondati da papa Giulio II nel XVI secolo. Nati originariamente come collezione di scultura classica, sono ad oggi una delle raccolte d’arte più grandi del mondo, con capolavori egizi, greci e romani, appartamenti papali affrescati da Raffaello, gallerie di arazzi, carte geografiche e la bellissima Cappella Sistina con l’immensa opera di Michelangelo.

Proseguimento in pullman per l’hotel in zona centrale. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

 

Domenica 13 febbraio: Roma

Prima colazione in hotel. Mattinata a disposizione per passeggiata libera in centro o visita facoltativa alle DOMUS ROMANE di PALAZZO VALENTINI, un viaggio indimenticabile attraverso il tempo (€ 14 ingresso e visita multimediale). Pranzo libero.

Nel pomeriggio passeggiata fino a CASTEL SANT’ANGELO, ingresso e visita guidata. Edificato intorno al 123 d.C. come sepolcro per l’imperatore Adriano e la sua famiglia, Castel Sant’Angelo ha un destino atipico nel panorama storico-artistico della capitale. Mentre tutti gli altri monumenti di epoca romana vengono travolti, ridotti a rovine o a cave di materiali di spoglio da riciclare in nuovi, moderni edifici, il Castello – attraverso una serie ininterrotta di sviluppi e trasformazioni – accompagna per quasi duemila anni le sorti e la storia di Roma. Da monumento funerario ad avamposto fortificato, da oscuro e terribile carcere a splendida dimora rinascimentale che vede attivo tra le sue mura Michelangelo, da prigione risorgimentale a museo, Castel Sant’Angelo incarna nei solenni spazi romani, nelle possenti mura, nelle fastose sale affrescate, le vicende della Città Eterna dove passato e presente appaiono indissolubilmente legati.

Facoltativa apericena in Piazza Navona (€ 25 da confermare all’iscrizione) o tempo libero. In serata ingresso e visita guidata alla mostra Klimt. La Secessione e l’Italia. Con l’esposizione Klimt. La Secessione e l’Italia l’artista austriaco torna a Roma, dove 110 anni fa, dopo aver partecipato con una sala personale alla Biennale di Venezia del 1910, fu premiato all’Esposizione Internazionale dʼArte del 1911. La mostra, promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con il Belvedere Museum e in cooperazione con Klimt Foundation, ripercorre le tappe dell’intera parabola artistica di Gustav Klimt, ne sottolinea il ruolo di cofondatore della Secessione viennese e – per la prima volta – indaga sul suo rapporto con l’Italia, narrando dei suoi viaggi e dei suoi successi espositivi. Klimt e gli artisti della sua cerchia sono rappresentati da oltre 200 opere tra dipinti, disegni, manifesti d’epoca e sculture, prestati eccezionalmente dal Belvedere Museum di Vienna e dalla Klimt Foundation, tra i più importanti musei al mondo a custodire l’eredità artistica klimtiana, e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz. La mostra propone al pubblico opere iconiche di Klimt come la famosissima Giuditta I. Sono stati anche concessi prestiti del tutto eccezionali, come La sposa, che per la prima volta lascia la Klimt Foundation, e Ritratto di Signora, trafugato dalla Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi di Piacenza nel 1997 e recuperato nel 2019. Fanno da cornice a questi grandi lavori del maestro austriaco – e contribuiscono al racconto del periodo della Secessione viennese – anche dipinti e sculture del Museo Belvedere di altri artisti. Cartoline autografe documentano i viaggi in Italia di Klimt, che visitò Trieste, Venezia, Firenze, Pisa, Ravenna – dove si appassionò ai mosaici bizantini – Roma e il lago di Garda, cui si ispirarono alcuni suoi paesaggi. Questi viaggi furono importanti per l’evolversi della sua ricerca creativa e ne accrebbero l’influsso sugli artisti italiani. Per questo al Museo di Roma a Palazzo Braschi le opere di Klimt saranno messe a confronto con quelle di artisti italiani che – recependo la portata innovativa del linguaggio klimtiano molto più dei pittori viennesi del loro tempo – daranno vita con diverse sensibilità e declinazioni alle esposizioni di Ca’ Pesaro e della Secessione romana.

Al termine della visita rientro in hotel a piedi. Pernottamento in hotel.

 

Lunedì 14 febbraio: Roma – Lugo

Prima colazione in hotel. Mattinata a disposizione per visite libere o passeggiata facoltativa con l’accompagnatore attraverso le vie del centro per ammirare alcuni dei capolavori di Caravaggio. La passeggiata toccherà le chiese principali dove si trovano alcune bellissime opere del grande pittore, ancora perfettamente intatte e conservate: San Luigi dei Francesi, Sant’Agostino e Santa Maria del Popolo. Pranzo libero. Ore 16 circa ritrovo in hotel, carico bagagli e partenza per il viaggio di rientro con arrivo in tarda serata.

 

N.B. Il presente programma potrebbe subire variazioni in merito all’ordine/modifica/cancellazione di visite/escursioni per cause imprevedibili al momento della sua stesura.

 

 

PER PARTECIPARE AL VIAGGIO SI RICHIEDE LA CERTIFICAZIONE VERDE

GREEN PASS COME DA NORME GOVERNATIVE VIGENTI

QUOTA DI PARTECIPAZIONE minimo 20 partecipanti

Iscritti Università per Adulti    € 368         non iscritti    € 380

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA (numero limitato)                       € 70